Premio Starlight International Cinema Award

Il Premio Starlight International Cinema Award è diventato itinerante per un’occasione speciale: assegnare i riconoscimenti non attribuiti durante la 79esima Mostra Internazionale d’Arte Cinematografica di Venezia. Tutto ciò è avvenuto durante la 17esima Festa del Cinema di Roma presso lo spazio Lazio Terra di Cinema – Roma Lazio Film Commission.

Soci fondatori la produttrice Francesca Rettondini e l’ufficio stampa Giuseppe Zaccaria, patrocinato dal Nuovo IMAIE, i premi decisi dal direttivo sono stati realizzati dal perito maestro orafo Giovanni Pallotta. Altri preziosi sostenitori sono stati Appeal, GOLIA film e LTF caffè.

Alla conduzione Anna Pettinelli, la quale ha ricordato coloro che hanno ricevuto lo Starlight negli anni e, in particolare, durante la IX edizione: Premi alla Carriera ad Aurora Quattrocchi e Paolo Virzì, rivelazione maschile a Leonardo Maltese ne “Il signore delle formiche” di Gianni Amelio, insignito anche come miglior film. Migliore Attore Tommaso Ragno; Isabel Coixet, regista, produttrice e sceneggiatrice ha ricevuto il Premio Starlight Best International Artist Award. A “Ennio” di Tornatore il Premio Migliore Documentario e un premio speciale a “La voglia matta di vivere” di Ricky Tognazzi” in occasione del centenario dalla nascita di suo padre Ugo Tognazzi.

Lo Starlight ha sempre avuto a cuore temi sociali e se al lido di Venezia ha assegnato tre riconoscimenti (al documentario “The Jokers”, al cortometraggio “La cura” e alla Fondazione Piccolomini); durante questa edizione speciale romana ha deciso di assegnarlo a “Il giardino dei sogni perduti” per la regia di Sasha Alessandra Carlesi sul tema dell’aborto.

Migliore Attrice Barbara Ronchi, che tanto ha dato e sta donando alla Settima Arte e non solo; Rivelazione Femminile Elisa Coclite in arte Casadilego per il suo esordio cinematografico in “My Soul Summer” presentato in Alice nella Città e nei cinema dal 24 al 26 ottobre. Miglior regia a Pietro Marcello per il primo lungometraggio realizzato in Francia, “L’envol” (Le vele scarlatte). Non poteva mancare l’attenzione verso la produzione breve per cui il Premio al Migliore Cortometraggio è stato attribuito al corto di apertura di Alice nella Città “Story of Your Life” di Salvatore de Chirico, con Fortunato Cerlino, Daniele Mariani, Lino Guanciale, Ilaria Rossi, Francesca Cavallin (frutto di un’unione di forze produttive Elio Film in associazione con Wrong Child Production, WaterClock Production, Pezzilli&Co., Oudeis, Galileo Figarò e Dakota Film Lab).

Il direttivo ha avvertito la necessità di inserire una nuova categoria, quella di Migliore Serie Tv, premiando così “L’Ora – Inchiostro contro Piombo” diretta da Piero Messina (anche supervisore artistico), Ciro D’Emilio e Stefano Lorenzi, dove ognuno, in base al ruolo che ricopriva, si è sentito parte di un progetto collettivo, dando il massimo del proprio contributo per ricordare il giornale storico siciliano e cosa significhi essere giornalisti con la schiena dritta.

Appuntamento al 2023 per la X edizione del Premio Starlight International Cinema Award.

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Top 3 Stories