Mostro di Firenze: caccia ai reperti

Crimini e Criminologia-Cusano Italia Tv. In diretta dalle ore 21.30 alle 23.30

Domenica 18 febbraio dalle 21.30 alle 23.30 in diretta su Cusano Italia TV (Canale 122 del digitale terrestre), appuntamento con un nuovo speciale sul Mostro di Firenze a “Crimini e Criminologia”: trasmissione curata e condotta da Fabio Camillacci e Gabriele Raho. Il titolo di questa puntata è: “Mostro di Firenze: caccia ai reperti”. Reperti smarriti, forse dimenticati, archiviati male o addirittura fatti sparire?

In una foto del gennaio 1996 la coppia di Francesi, Nadine Mauriot e Jean Michel Kraveichvili uccisi dal cosiddetto “mostro di Firenze” a san Casciano Val di Pesa nel settembre 1985
ANSA

A oltre 38 anni dall’ultimo duplice omicidio del serial killer che insanguinò la Toscana, una Corte d’Assise torna a occuparsi del mistero dei misteri. Ma nei plichi aperti nei giorni scorsi dalla stessa Corte di Firenze, c’erano soltanto dei vestiti appartenuti alla coppia francese assassinata in zona Scopeti nel 1985: Nadine Mauriot e il suo fidanzato Jean Michel Kraveichvili. Enorme delusione e grande sorpresa per i legali dei familiari delle vittime del Mostro che avevano chiesto la ricerca e l’analisi di questi reperti al fine di  aggiungere elementi nuovi all’indagine. Si cercano tra gli altri: una macchina fotografica Nikon, 17 fotografie e il nastro con la registrazione della telefonata anonima effettuata il 23 settembre 1985 verso l’utenza domestica del magistrato inquirente Silvia Della Monica da parte di un sedicente Giancarlo Taddei. Inoltre, dalla tasca di un pantalone appartenuto alla coppia, il genetista Ugo Ricci ha isolato un DNA di un soggetto “sconosciuto“: non appartiene né alle vittime francesi, né a sospettati storici entrati nell’inchiesta. Di chi è quel DNA? E’ il DNA del vero Mostro di Firenze mai indivuato? Questi e altri sviluppi dell’inchiesta, verranno approfonditi a “Crimini e Criminologia” con numerosi ospiti. In grande esclusiva, interverrà l’ex comandante della stazione dei carabinieri di San Casciano in Val di Pesa maresciallo Arturo Minoliti, che partecipò al sopralluogo in casa di Pietro Pacciani, quando nell’orto del contadino fu trovato un bossolo della Beretta calibro 22 usata dal Mostro di Firenze in tutti e gli 8 duplici omicidi. Recentemente, però, il RIS ha accertato che si tratta di un bossolo “farlocco” e quindi di una “prova artefatta” studiata ad arte per incastrare lo stesso Pacciani. Altri ospiti: l’avvocato Antonio Mazzeo, legale di alcuni familiari delle vittime del Mostro, il documentarista e scrittore Paolo Cochi, tra i massimi esperti del caso in Italia, il professor Luca Marrone, criminologo e docente universitario, il giornalista Emilio Orlando. Per la rubrica “La Chiave di Volta” interverrà l’avvocato Elisabetta Aldrovandi, presidente dell’Osservatorio Nazionale Sostegno Vittime.

Mentre per la rubrica “Lente d’ingrandimento”, consueto appuntamento con l’Osservatorio Criminologico di “Crimini e Criminologia”: la psicoterapeuta, criminologa e giornalista Barbara Fabbroni e il criminologo, giornalista e presidente di Assotutela Michel Maritato. E questa settimana, sarà dedicata al Mostro di Firenze anche la rubrica “La Galleria degli Orrori”. Con il professor Marino D’Amore Sociologo della Comunicazione all’Università Niccolò Cusano e Criminologo (SOCIAL: a questo nome su facebook mentre su instagram è @marinodamore), parleremo delle caratteristiche e delle particolarità di questo serial killer mai individuato. Scheda di apertura a cura di Aurora Vena. Per inviare messaggi durante le due ore di diretta: scrivete sms e whatsapp al 334/92.29.505. Per le mail: crimini.cusanotv@gmail.com

Precedente
Barbara

Top 3 Stories